Risultati della raccolta fondi dicembre 2010 - gennaio 2011

Gennaio

(Ph. Maria Teresa Carniti)

Vogliamo riportare i risultati delle attività di raccolta fondi del dicembre 2010. Per una totale trasparenza nei confronti dei lettori di questo blog, per ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto l’Associazione Osiride durante le nostre iniziative e per comunicare che neanche un centesimo di quanto ci avete donato verrà lasciato cadere.A questo scopo verranno riportati di volta in volta su questo sito i lavori di miglioramento della Colonia che erano poi lo scopo finale di questa raccolta fondi. Ovviamente l’inizio dei lavori è previsto tra qualche mese, quando il tempo sarà più mite, perciò non perdete di vista queste pagine con tutti gli aggiornamenti.

Durante i banchetti informativi che si sono tenuti nelle giornate del 5, 8, 12 e 19 dicembre sono stati raccolti 395,00€.

Altri 1314,00€ sono stati raccolti grazie alle offerte elargite in cambio dei calendari 2011, dei block notes e delle calamite realizzate da Mirna Mariani.

Inoltre la campagna tesseramento 2011, aperta a novembre, può contare oggi ventinove soci... e speriamo che non ci si fermi qui.

I primi soldini li abbiamo impiegati nell’acquisto di piante da siepe protette: pittosforo, ginestra, olmo e acero campestre. Serviranno per rendere ancora più verde e gradevole la Colonia e a dare un po’ più di riparo dal sole ai mici in estate.

Altri fondi serviranno a sistemare l’area delle botti d’acqua con una pavimentazione adeguata e più sicura (addio scivolate nei giorni di pioggia). 

In programma c’è anche una nuova tettoia, situata nella parte centrale della colonia, tra le casette, per creare una zona riparata dal sole e dalla pioggia sia per i mici sia per i volontari, nella speranza che agevoli il nostro lavoro.

Il vero obiettivo della raccolta fondi e dei Calendari 2011 è l’acquisto di una nuova casetta in legno da adibire esclusivamente a infermeria. La nuova casetta ci darà la possibilità di accudire meglio i nostri gattoni: in inverno i casi di rinite e raffreddamento sono tantissimi ed è difficile, anzi impossibile, trovare una sistemazione per tutti e dare loro le giuste cure. Così succede che i casi più gravi trovino una sistemazione nelle gabbie mentre i gatti che presentano sintomi meno evidenti continuino a essere liberi per la Colonia o nei recinti di isolamento con il rischio di aggravarsi. 

Siamo felici di poter dire che L’OBIETTIVO E’ STATO RAGGIUNTO!!!Ci manca ancora qualcosina per l’impregnante e le tegole isolanti ma il più è fatto e poi ci sono ancora un po’ di calendari e agendine perciò chi non ha ancora fatto la sua donazione può approfittarne prima che i calendari diventino un cult (tutte le info qui)

 

Archivio Blog