Gipsy va a casa

Gipsy

E' stato amore a prima vista tra Gipsy e Martina fin da subito.

Gipsy non è nata in Colonia: ci è stata portata insieme alle sue due sorelline pochi giorni dopo. Dicevano che la mamma non le aveva volute (?) o che si era allontanata (?) insomma, la gatta era gradita, le cucciole no. Sono state nutrite per due giorni con latte artificiale finché la nostra bella Mimosa non ha pensato bene di sfornare il suo Fiorello. Un micetto solo per tanto latte, pronti via che c'è posto: le cucciole sono state consegnate alle amorevoli cure di mamma Mimosa che le ha aiutate a trovare il latte (impresa non facile dopo due giorni di nutrizione artificiale).

Mimosa e la sua cucciolata

Martina è una volontaria della Colonia felina Osiride. Ogni domenica mattina arriva da Mondolfo con sua mamma Maria e ci aiuta a fare un po' di ordine, pulizia e coccole. Ha conosciuto la micetta grigia che aveva tre giorni ed è stato amore subito. Ha aspettato un po' prima di tenerla in mano (le mamme gatte sono più apprensive di quelle umane) ma non le staccava gli occhi di dosso e intanto lavorava ai fianchi suo padre affinché le permettesse di accoglierla in casa una volta svezzata, mica per niente, tra gatti, pesci rossi e tartarughe possedevano già quattordici bestiole.
Poi è arrivata la magia del quindicesimo compleanno... come dirle di no?
Così la micetta ha avuto una casa (virtuale) e un nome (reale): Gipsy.
Le mancava solo di finire lo svezzamento.
Beh, il giorno è arrivato.
Gispy mangia pappa e crocchini da sola, usa la lettiera e vuole tante coccole e spazio per giocare.

Gipsy e Martina
Ciao dolce Gipsy
Buona Vita.
 

Archivio Blog